La Campagna SAVE THE OCEAN by Oceandiver

A settembre dell’anno scorso si siamo lasciati così … dopo una campagna che andò oltre le nostre migliori aspettative raggiungendo in un mese (agosto) oltre 420000 visite.

Ripartiamo anche quest’anno, per la quarta volta, con nuovi e vecchi testimoni da tutto il mondo. Stesse modalità: foto con messaggi chiari e diretti per sottolineare la necessità di salvare l’ecosistema mare. Quest’anno avremo il supporto della Fondazione per le ricerche in Artico di Sandra Birhnak), una fondazione che da anni si batte per la difesa di un ecosistema fondamentale per la salute del pianeta .. vedrete le foto ed i messaggi … sono incredibili.

Ad oggi ho ricevuto e continuo a ricevere richieste di partecipazione alla campagna da oceandiver di tutto il mondo. Quello che colpisce è la loro sensibilità.. che siano personaggi noti internazionalmente per il loro impegno a protezione dell’ambiente, fotografi professionisti o semplici amanti del mare, dalle loro parole emerge un’unica voce … dare voce a chi non può parlare … difendere il mare e le sue creature, riconoscerne l’importanza economica e politica che fa del continente blu l’ago della bilancia degli equilibri mondiali. Non è cosa nuova ma troppo spesso ce ne dimentichiamo.

Le foto ed i messaggi saranno pubblicati tutti i giorni sulle pagine di Oceandiver (sia quelle in inglese che quelle in italiano) e, naturalmente, sul sito www.ocean4future.org. Non vi preoccupate se ne perderete qualcuna, Vi basterà tornare sul sito e rivederle tutte. Vogliamo credere che quello che facciamo possa dare un contributo ad una missione che da più parte tutti stanno lanciando:

Salvare il mare per Salvare il nostro futuro.

Il pianeta sta morendo ucciso dal nostro egoismo e stupidità ma c’è ancora una speranza e si chiama Uomo 🙂 … un uomo libero capace di rivedere il suo stile di vita abbandonando egoismi e interessi personali. Ce la possiamo fare ma bisogna andare oltre 🙂 Siate protagonisti e non mollate perché il futuro appartiene ancora a noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *