COME PENSARE AD UNO SCHEMA LUCI

di Alessia Comini e Cristian Umili

Nella fotografia pubblicitaria prima di scattare un’immagine si pensa al posizionamento, alla potenza e al colore delle luci siano esse flash o continue, nella fotosub il pensare come illuminare la scena davanti a noi non avviene, o comunque spesso i fotosub sono legati a posizioni standard dei propri flash, spesso con il risultato di avere, si, il soggetto ben illuminato ma ottenere anche un’illuminazione piatta quasi da fototessera.

Se vogliamo creare un’illuminazione che valorizzi il soggetto, prima di tutto, dobbiamo toglierci dalla mente posizioni dei flash fisse e studiare il soggetto per scegliere quella migliore; certo nella fotografia ambiente con i fish eye si è quasi costretti ad usare i flash in una certa posizione altrimenti entrano nel campo inquadrato, ma nella macrofotografia abbiamo la possibilità di sbizzarrirci e orientare i nostri flash in modo da valorizzare sia il soggetto che lo sfondo. Per avere la massimo libertà è utile usare dei braccetti non troppo corti ma neanche troppo lunghi, dei braccetti snodati in due sezioni da 25cm per ogni flash trovo che siano ottimali, in quanto permette sia di allontanare i flash che di avvicinarli molto chiudendo il braccetto.

Per prima cosa diamo un’occhiata alle diverse luci:

Luce Principale:

E’ il flash su cui facciamo l’esposizione, è la prima che dovremo pensare sia come posizione che come potenza in quanto è quella che ci aiuterà a posizionare e pensare l’illuminazione.

luce principale

Luce di Riempimento:

E’ anche detta fill-light, serve per schiarire le ombre prodotte dalla luce principale, di solito ha una potenza leggermente inferiore alla Principale (½ stop, max. 1Stop). Se avesse la stessa potenza otterremo una luce piatta.

luce principale+fill

Luce di Sfondo

Usiamo il flash per illuminare lo sfondo o possiamo usare uno sfondo retroilluminato.

Perciò o usiamo un flash per illuminare o possiamo sfruttare il sole per far illuminare lo sfondo; nella macrofotografia è più difficile usare la luce ambiente del sole per far si che lo sfondo sia illuminato perché saremo costretti ad usare tempi lenti che ci possono compromettere la nitidezza dell’immagine, mentre usando un flash possiamo usare tempi veloci.

Nella fotografia ambiente invece sfruttare la luce ambiente per illuminare lo sfondo e la luce naturale fa parte dello schema luci pensato (in genere).

La luce di sfondo può essere più potente o meno della luce principale ma non uguale per non avere una immagine piatta.

luce principale+background

Luce di Stacco

E’ una luce più forte della luce di principale al massimo di 1 stop di solito per evitare antiestetiche bruciature.

La luce si stacco arriva da dietro al soggetto e serve a staccarlo dallo sfondo e al contempo disegnare il contorno del soggetto stesso.

Per semplicità si posiziona a 45° circa dietro al soggetto o da destra o da sinistra, ma potremo direzionarla dall’alto oppure direttamente dietro il soggetto con la difficoltà però di nasconderla all’obiettivo.

06_lizard

Durante il processo di creazione mentale dello schema luci dobbiamo pensare che per ogni fonte luce troviamo un ombra sul lato opposto, questa ombra possiamo usarla per dare tridimensionalità all’immagine o per far risaltare il soggetto.

Come fonte di luce oltre ai flash possiamo usare la luce del sole come per esempio quando sfruttiamo la superficie come sfondo.

_DSC8927 _DSC8928